Onicotecniche

Smalto semipermanente: tutto ciò che devi sapere

Per avere mani sempre eleganti ed ordinate bisogna avere una manicure sempre perfetta: non importa la forma né la lunghezza delle unghie ma è importante tenere a bada le cuticole e lo smalto in ordine!

Il semipermante è un’ottima soluzione per essere sempre impeccabili, anche quando non puoi dedicare molto tempo alla manicure.

Lo smalto semipermanente ha una funzione fotoindurente, si applica sulle unghie come un semplice smalto ma grazie al calore riesce a durare più a lungo. In media almeno 4 settimane prima di cominciare a sfaldarsi.

Applicare lo smalto semipermante per unghie non è difficile ma se non si è molto abituate e non si possiede un kit specifico, meglio evitare e affidarsi alle mani di un’estetista esperta.

Come applicare lo smalto semipermanente

Possiamo dividere il processo in almeno 4 step fondamentali con l’utilizzo di prodotti specifici.

  1. Bisogna opacizzare bene l’unghia con una lima e rimuovere i residui causati dall’attrito della lima sull’unghia, poi procedere a sgrassare con cura l’unghia.
  2. Applicare prima il primer e poi la base e riporre le mani nella lampada UV, per polimezzare l’unghia. Attenti a non toccare le cuticole!
  3. Si può finalmente applicare lo smalto semipermanente colorato e bisogna assicurarsi di chiudere bene l’unghia alla fine del processo e inserire le mani nella lampada UV sempre 60 secondi.
  4. Applicare il Top Coat e lasciare in posa nella lampada UV per almeno 60 secondi.
  5. Ricordati di sgrassare l’unghia in modo corretto.

Semipermanente: ecco tutti i consigli

Se sei appassionata del settore nails, puoi anche cimentarti da sola e comprare un kit per iniziare ad operare.

Bene, è giunta l’ora di darti consigli su come cominciare a fare il semipermanente a casa:

  • La prima cosa da fare è sicuramente assicurarsi di avere un’unghia in ottimo stato, senza problemi come un’unghia incarnita o unghie troppo deboli e sfaldate.
  • Poi puoi procedere con una buona manicure: devi eliminare tutte le cuticole, limare bene le unghie e poi opacizzarle!
  • Puoi scegliere prima che forma dare alle tue unghie e poi procedere

Great things in business are never done by one person. They’re done by a team of people. Steve Jobs

[tie_full_img]post-image-3[/tie_full_img]

[padding left=”5%” right=”5%”]

H2 Kit semipermante: tutto ciò che deve contenere

Per avere mani sempre eleganti ed ordinate bisogna avere una manicure sempre perfetta: non importa la forma né la lunghezza delle unghie ma è importante tenere a bada le cuticole e lo smalto in ordine!

Il semipermante è un’ottima soluzione per essere sempre impeccabili, anche quando non puoi dedicare molto tempo alla manicure.

Lo smalto semipermanente ha una funzione fotoindurente, si applica sulle unghie come un semplice smalto ma grazie al calore riesce a durare più a lungo. In media almeno 4 settimane prima di cominciare a sfaldarsi.

Applicare lo smalto semipermante per unghie non è difficile ma se non si è molto abituate e non si possiede un kit specifico, meglio evitare e affidarsi alle mani di un’estetista esperta.

Come applicare lo smalto semipermanente

Possiamo dividere il processo in almeno 4 step fondamentali con l’utilizzo di prodotti specifici.

  1. Bisogna opacizzare bene l’unghia con una lima e rimuovere i residui causati dall’attrito della lima sull’unghia, poi procedere a sgrassare con cura l’unghia.
  2. Applicare prima il primer e poi la base e riporre le mani nella lampada UV, per polimezzare l’unghia. Attenti a non toccare le cuticole!
  3. Si può finalmente applicare lo smalto semipermanente colorato e bisogna assicurarsi di chiudere bene l’unghia alla fine del processo e inserire le mani nella lampada UV sempre 60 secondi.
  4. Applicare il Top Coat e lasciare in posa nella lampada UV per almeno 60 secondi.
  5. Ricordati di sgrassare l’unghia in modo corretto.

Semipermanente: ecco tutti i consigli

Se sei appassionata del settore nails, puoi anche cimentarti da sola e comprare un kit per iniziare ad operare.

Bene, è giunta l’ora di darti consigli su come cominciare a fare il semipermanente a casa:

  • La prima cosa da fare è sicuramente assicurarsi di avere un’unghia in ottimo stato, senza problemi come un’unghia incarnita o unghie troppo deboli e sfaldate.
  • Poi puoi procedere con una buona manicure: devi eliminare tutte le cuticole, limare bene le unghie e poi opacizzarle!
  • Puoi scegliere prima che forma dare alle tue unghie e poi procedere

Great things in business are never done by one person. They’re done by a team of people. Steve Jobs

[tie_full_img]post-image-3[/tie_full_img]

[padding left=”5%” right=”5%”]

H2 Kit semipermante: tutto ciò che deve contenere

Per avere mani sempre eleganti ed ordinate bisogna avere una manicure sempre perfetta: non importa la forma né la lunghezza delle unghie ma è importante tenere a bada le cuticole e lo smalto in ordine!

Il semipermante è un’ottima soluzione per essere sempre impeccabili, anche quando non puoi dedicare molto tempo alla manicure.

Lo smalto semipermanente ha una funzione fotoindurente, si applica sulle unghie come un semplice smalto ma grazie al calore riesce a durare più a lungo. In media almeno 4 settimane prima di cominciare a sfaldarsi.

Applicare lo smalto semipermante per unghie non è difficile ma se non si è molto abituate e non si possiede un kit specifico, meglio evitare e affidarsi alle mani di un’estetista esperta.

Come applicare lo smalto semipermanente

Possiamo dividere il processo in almeno 4 step fondamentali con l’utilizzo di prodotti specifici.

  1. Bisogna opacizzare bene l’unghia con una lima e rimuovere i residui causati dall’attrito della lima sull’unghia, poi procedere a sgrassare con cura l’unghia.
  2. Applicare prima il primer e poi la base e riporre le mani nella lampada UV, per polimezzare l’unghia. Attenti a non toccare le cuticole!
  3. Si può finalmente applicare lo smalto semipermanente colorato e bisogna assicurarsi di chiudere bene l’unghia alla fine del processo e inserire le mani nella lampada UV sempre 60 secondi.
  4. Applicare il Top Coat e lasciare in posa nella lampada UV per almeno 60 secondi.
  5. Ricordati di sgrassare l’unghia in modo corretto.

Semipermanente: ecco tutti i consigli

Se sei appassionata del settore nails, puoi anche cimentarti da sola e comprare un kit per iniziare ad operare.

Bene, è giunta l’ora di darti consigli su come cominciare a fare il semipermanente a casa:

  • La prima cosa da fare è sicuramente assicurarsi di avere un’unghia in ottimo stato, senza problemi come un’unghia incarnita o unghie troppo deboli e sfaldate.
  • Poi puoi procedere con una buona manicure: devi eliminare tutte le cuticole, limare bene le unghie e poi opacizzarle!
  • Puoi scegliere prima che forma dare alle tue unghie e poi procedere

Great things in business are never done by one person. They’re done by a team of people. Steve Jobs

[tie_full_img]post-image-3[/tie_full_img]

[padding left=”5%” right=”5%”]

H2 Kit semipermante: tutto ciò che deve contenere

Nel paragrafo precedente abbiamo menzionato diversi prodotti da utilizzare durante il processo. Infatti dovrai scegliere con cura i prodotti da utilizzare. Sicuramente potrai optare per un kit che contiene tutto ciò che ti serve.

H3 Gli elementi di un kit:

– lampada UV o Led
– lime
– bastoncini in legno d’arancio per le cuticole
– buffer (mattoncino lucidante)
– cleaner (sgrassante)
– primer
– base coat
– smalto semipermanente
– top coat
– remover (solvente)

H3 Lampada UV o Led: Qual è la migliore per il semipermanente?

Non esiste una lampada migliore dell’altra. La lampada UV costa di meno sicuramente, ma ha bisogno di manutenzione dei bulbi circa ogni 2-3 mesi e può essere utilizzata con diverse tipologie di prodotti e anche con il gel per unghie. Mentre quella LED costa di più e non ha bisogno di manutenzione ordinaria ma non può essere utilizzata con tutti i prodotti.

H2 Quali sono i vantaggi del semipermanente?

Entrambi sono trattamenti super richiesti. Per essere precisi il semipermanente si avvicina di più allo smalto semplice, con una consistenza più leggera mentre il gel ha una consistenza più solida e un effetto meno naturale.

Sicuramente il vantaggio principale è la facilità di applicazione del prodotto, infatti con un po’ di dimestichezza chiunque riesce a farlo, inoltre come trattamento è anche veloce e i prodotti sono economici. Ovviamente rispetto allo smalto normale ha una durata maggiore. Quindi perché non sceglierlo?

H2 Come togliere il semipermanente da sole

Non è difficile togliere il semipermanente da sole, occorrono lima, solvente per semipermanente, dischetti di cotone (quelli per eliminare il trucco) vanno bene e carta stagnola.

  1. Con la lima gratta via la parte lucida dello smalto, fino a farlo diventare opaco.
  2. Procurati un solvente “remover” specifico per il semipermanente e mettilo in posa, imbevendo i dischetti ricoperti di carta stagnola e lasciandolo sulle unghie per circa 15 minuti.
  3. Alla fine puoi utilizzare uno spingicuticole per togliere ulteriori eccessi.

post-image-1Action is the foundational key to all success

In life there will be road blocks but we will over come it. Another one. Learning is cool, but knowing is better, and I know the key to success. The key to more success is to get a massage once a week, very important, major key, cloth talk. I told you all this before, when you have a swimming pool, do not use chlorine, use salt water, the healing, salt water is the healing. I’m up to something. Life is what you make it, so let’s make it. The other day the grass was brown, now it’s green because I ain’t give up. Never surrender.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button